Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

L’Ufficio di Piano è individuato, ai sensi dell’art. 18, co. 10, della L.R. 3/2008, come la struttura tecnico-amministrativa a cui è affidato il coordinamento degli interventi e l’istruttoria degli atti di esecuzione del Piano.

Rappresenta la struttura gestionale e tecnica a supporto dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito territoriale del Corsichese.

Le funzioni e l’articolazione organizzativa dell’Ufficio di Piano risultano quelle formalizzate nel protocollo operativo, approvato dai sei Comuni dell’Ambito territoriale del Corsichese nell’Assemblea dei Sindaci del 01.12.2021 con validità fino al 31 dicembre 2023.

L’Ufficio di Piano ha il ruolo di supporto tecnico e gestionale dei processi attuativi della programmazione zonale, riferiti in particolare agli obiettivi di ricomposizione e superamento della frammentazione, favorendo l’accesso ai servizi e promuovendo nuovi strumenti e azioni di welfare.

Garantisce il coordinamento operativo tra i diversi Enti e i diversi progetti.

Definisce e verifica le modalità operative per l’attuazione dell’Accordo di Programma, redige relazioni sullo stato avanzamento dei lavori per i Comuni dell’Ambito e tiene informati i soggetti sottoscrittori sull’andamento del processo di attuazione del Piano di Zona. Questo ruolo si integra con l’assunzione di una funzione di programmazione e orientamento degli sviluppi e delle azioni innovative e di sperimentazione.

Si relazione con ATS e partecipa, attraverso il suo responsabile, alla Cabina di Regia di cui all’articolo 6, co. 6, lett. f), della legge regionale 11 agosto 2015, n. 23.

Al termine di ogni annualità di esecuzione del Piano di Zona, o comunque su richiesta dell’Assemblea dei Sindaci o dei Comuni afferenti all’Ambito Territoriale, l’Ufficio di Piano predispone una relazione sullo stato di attuazione del Piano relativamente alle attività concretamente svolte, all’utenza raggiunta e ai bisogni effettivamente soddisfatti, nonché alla qualità degli interventi attivati.